• foto_1_aula.jpg
  • foto_2_meccanici.jpg
  • foto_3_meccanici.jpg
  • foto_4_meccanici.jpg

La Vulcanair S.p.A., certificata secondo il Regolamento (CE) n.1321/2014, PARTE 147, quale organizzazione di addestramento nell'ambito della manutenzione aeronautica, ha il privilegio di effettuare corsi e/o esami finalizzati al rilascio della Licenza di Manutentore Aeronautico (LMA) il cui campo di applicazione è esteso a tutti i paesi aderenti all' EASA (European Aviation Safety Agency). Oltre ai corsi basici, relativi all'ottenimento della LMA, l'unità training eroga anche corsi Tipo rel ...

[Scopri di più]

News

Ripresa delle attività anche ON-LINE

Superata l’emergenza COVID-19 l’unità riprende le sue attività rispettando le do...

Bando di selezione Corso Cat. B1.1

Di seguito il bando di selezione per l'ammissione al corso per manutentori aeron...

IL VALORE DI UN CERTIFICATO

IL VALORE DI UN CERTIFICATO Qualcuno, a Roma e dintorni, diffonde il concetto c...

Imprese straniere

Siamo alle soliteLe imprese straniere (svizzere in particolare) che sbarcano...

Calendario

Per i "Corsi LMA", i "Moduli Parte 66" ed i "Corsi Transizione Nazionale", i calendari vengono concordati di volta in volta con i partecipanti secondo esigenze di entrambe le parti.

Data la loro specificità di durata e costi, ...

[Scopri di più]

Imprese straniere

Siamo alle solite
Le imprese straniere (svizzere in particolare) che sbarcano in Italia e vendono i certificati di esame.

Sono bravi loro, in meno di 2 mesi completano un programma teorico (preparazione ed esami) che EASA e ICAO indicano di oltre 1.200 ore.

 

Siamo bravi noi, che conoscendo al massimo il nostro dialetto, riusciamo a superare circa 1.000 quiz in lingua inglese. MIRACOLO DELL'EURO !!!

 

Non è già bastato il fallimento di qualche 147 italiana, legati ad imprese 147 straniere (Vedasi sedi in Pescara, Bergamo, Milano, Roma), ora anche altri istituti nazionali percorrono la stessa strada, per nulla professionalizzante.

 

Mi domando:

 

• ma con tante scuole 147 italiane, bisogna proprio ricorrere a strutture straniere?

 

• In più, se si ricorre a finanziamenti europei, perché portare i nostri risparmi all'estero, magari in Svizzera che non fa nemmeno parte dell'Unione Europea.

 

• EASA, dove la "S" sta per Safety, come controlla ed interviene su questi casi attraverso le autorità aeronautiche nazionali, specialmente se sono in gioco finanziamenti europei, ovvero soldi di tutti noi cittadini.

 

E' pur vero che attività di sorveglianza, di controllo e di monitoraggio richiedono competenza, esperienza, tempo e personale....

 

MA SE SI TRATTA DI SAFETY (SICUREZZA AEREA), SCONTI NON SE NE POSSONO FARE, NE' SI PUO GIRARE LA TESTA ALTROVE.

 

Genitori, non lasciatevi attrarre dai siti internet ben costruiti, ma informatevi circa:
• le strutture didattiche (mock-up aerei, laboratori didattici meccanici ed elettrici, spaccati motori, attrezzature disponibili;
• esperienze dei docenti in tema di manutenzione di aeromobili e di tecniche d'insegnamento teorico/pratico che devono travasare ai vostri figli;
• le documentazioni tecniche disponibili (Manuali di Manutenzione, Diagrammi elettrici ed elettronici;
• la disponibilità di parti sciolte aeronautiche da mostrare, smontare e rimontare in officina.

 

• l'esperienza pregressa della scuola e quale opportunità di occupazione viene offerta;

 

Poi, si tirano le somme e si decide nel modo più oculato possibile, riducendo al minimo i rischi di scelte inappropriate (c'è in gioco il futuro dei nostri figli)...


Realizzato da Webfantasy.it :: Sviluppo Web Scfgroup.it